Carpinus Betulus

CARPINUS BETULUS

SPECIE: Carpinus betulus L.

NOME COMUNE: Carpino bianco

FAMIGLIA: Betulaceae

AREA D’ORIGINE: Europa centrale

 

CARATTERISTICHE BOTANICHE

Apparato radicale: ampio e profondo con numerose ramificazioni.

Fusto e ramificazioni: fusto eretto, scanalato-costoluto, talvolta contorto; spiccatamente pollonifera; rami giovani rossastri e pubescenti.

Apparato fogliare: deciduo. Foglie alterne, a lamina ellittica, apice acuto, base tronco-cordata e asimmetrica, lunghe fino a 10 cm con una larghezza massima di 4 cm; pagina superiore di colore verde scuro, giallastra in autunno, pagina inferiore più chiara con evidente nervatura costale (fino a 15 paia di costole); margine con doppia dentatura; picciolo lungo fino a 15 mm.

Fiore: fiori unisessuali, ma su rami diversi, riuniti in amenti; amenti maschili giallastri, penduli, lunghi fino a 6 cm; quelli femminili lunghi anche 3 cm: inizialmente eretti, di colore crema, assumono successivamente una posizione pendula e toni più giallastri. Fioritura contemporanea all’emissione delle foglie in aprile-maggio.

Frutto: Il frutto, detto nucula, è un achenio duro e solcato, di forma ovoidale, posto su una brattea trilobata con il lobo centrale lungo mediamente il doppio dei laterali; queste brattee sono riunite in infruttescenze pendule.

Parti tossiche della pianta: assenti.

Dimensioni pianta: in ambiente ottimale può raggiungere l’altezza di 25-30 m.

Forma della chioma: ovale-allungata.

Velocità di crescita: media.

 

CARATTERISTICHE AGRONOMICO-AMBIENTALI

Esigenze pedologiche: predilige terreni sciolti e profondi; da acidi fino ad alcalini

pH ottimale: 6.0 – 8.0

Esposizione: soleggiata e parzialmente ombreggiata

Resistenza alla siccità: alta

Resistenza ristagno idrico: media

Resistenza salinità: bassa

Resistenza inquinamento atmosferico: alta

 

VARIETA’ 

‘Pyramidalis’: caratterizzata da un portamento più compatto e da una velocità di crescita più elevata.