Catalpa Bignonioides

CATALPA BIGNONIOIDES

SPECIE: Catalpa bignonioides Walt.

NOME COMUNE: 

FAMIGLIA: Bignoniaceae

AREA D’ORIGINE: centro e nord America

 

CARATTERISTICHE BOTANICHE

Apparato radicale: ampio e superficiale, prevalentemente costituito da grosse radici, non ricco di ramificazioni secondarie.

Fusto e ramificazioni: il tronco è in genere molto corto, non sempre verticale, sensibilmente rastremato, spesso ricurvo, tozzo. Le branche principali non numerose, spesso più lunghe del tronco, irregolarmente inserite ad angolo molto aperto, grosse, tortuose, molto rastremate, tozze. Le ramificazioni secondarie sono molto rade, brevi, anch'esse curve o tortuose; ramoscelli corti, verdastri, punteggiati da lenticelle più scure, fragili. Corteccia verdastra, liscia, non lucida negli esemplari giovani, si screpola progressivamente fino a farsi scagliosa, fessurata poco profondamente e bruno chiara a maturità.

Apparato fogliare: caduco. Semplice, talvolta irregolarmente opposto, comunemente verticillato; foglie ampie, tenere, di cm 15-20 x 20-30 maleodoranti se strofinate, lungamente picciolate (cm 13-17); ovato acute, intere talora lobate, più o meno tronche o cordate alla base, ondulate ai margini, brevemente acuminate all'apice; pubescenti e purpuree in primavera alla fogliazione (molto tardiva: metà maggio); verdi chiaro, lisce e un po' lucide superiormente, più chiare, più o meno tomentose nella pagina inferiore, soprattutto in corrispondenza delle evidenti nervature, in piena estate. Le foglie assumono in ottobre un colore giallo dorato molto intenso.

Fiore:  pannocchie terminali, erette, di 15-20 cm di lunghezza, esteticamente pregevoli, costituite da numerosi fiori quasi sempre gradevolmente profumati, ermafroditi, a corolla tuboloso-campanulata, crispata, bianca, variamente maculata e punteggiata di scuro (da rosso-bruno a viola-porpora) nella gola (fauce) e solcata da strisce gialle. Epoca fioritura: giugno. 

Frutto: copiose capsule siliquiformi cilindriche, riunite a gruppi di 5-7, bivalvi, simili a legumi, pendule, molto lunghe e strette (cm 20-50 X 0,6-0,8); verdi-giallastre alla comparsa in fine estate, brune in autunno, persistenti ed esteticamente pregevoli in inverno, racchiudenti molti semi piatti, depressi, alati, lungamente pelosi per ciuffi di peli biancastri alle estremità.

Parti tossiche della pianta: assenti.

Dimensioni pianta: piccolo albero di 8-12 m che solo in condizioni ottimali può raggiungere altezze maggiori.

Forma della chioma: negli esemplari giovani, è uniformemente arrotondata, pressoché sferica; negli esemplari adulti, irregolare, rada, spesso vagamente ellittica.

Velocità di crescita: rapida.

 

CARATTERISTICHE AGRONOMICO-AMBIENTALI

Esigenze pedologiche: predilige terreni profondi ed umidi, di medio impasto o tendenti all’argilloso

pH ottimale: 5.5 – 7.0

Esposizione: predilige esposizioni soleggiate

Resistenza alla siccità: medio-alta

Resistenza ristagno idrico: media

Resistenza salinità: media

Resistenza inquinamento atmosferico: media