Pinus Nigra

PINUS NIGRA

SPECIE: Pinus nigra J. F. Arnold

NOME COMUNE: Pino nero, pino austriaco

FAMIGLIA: Pinaceae

AREA D’ORIGINE: Asia, Europa

 

CARATTERISTICHE BOTANICHE

Apparato radicale: ampio e particolarmente robusto, ha un fittone molto sviluppato ma anche grosse radici laterali che si dividono in altre, anch'esse robuste e molto allungate.

Fusto e ramificazioni: particolarmente dritto ma a causa dell'ambiente di crescita può presentarsi spesso rastremato, contorto e anche diviso. Corteccia giovane di colore bruno grigiastro scagliosa ma con gli anni il ritidoma si suddivide in larghe placche con i solchi di colore scuro. Rami nella pianta giovane, distribuiti in evidenti verticilli mentre con l'età si dispongono con meno regolarità, sono orizzontali con la parte terminale rivolta verso l'alto.

Apparato fogliare: sempreverde. Foglie aghiformi, lunghe 8-16 cm (ma possono essere anche molto più corti 4-7 cm) e spessi 1,2-1,8 mm; hanno sezione semicircolare e l'apice appuntito ma non sempre pungente di colore generalmente verde scuro ma in alcune provenienze possono essere più chiari. Le due facce hanno 12-14 linee stomatifere, i margini dell'ago sono denticolati, la base del ramo corto che porta il fascetto di due aghi è avvolta da una guaina persistente lunga 10-20 mm.

Fiore: microsporofilli portati alla base del ramo dell'anno e compaiono all'inizio della fase di allungamento, a maturità sono di colore giallo. Macrosporofilli portati eretti all'apice del ramo dell'anno e compaiono quando si evidenzia la gemma apicale inizialmente di colore verde ma a maturazione diventano di colore rosso carminio, sono portati da un breve peduncolo in gruppi di 2-4(5). Fioritura primaverile e a seconda della stazione va da aprile a giugno.

Frutto: strobili subsessili o leggermente peduncolati inseriti ortogonalmente al rametto o leggermente obliqui, sono lunghi 5-8 cm e larghi 2-4 cm, sono lucenti e hanno colore bruno chiaro o anche giallastro; le squame sono lunghe 2,5-3 cm ben lignificate, hanno apofisi dorsale leggermente rilevata con umbone provvisto di un breve mucrone.

L'unghia della squama (la parte coperta superiore) è caratteristicamente colorata di nero che distingue questa specie dalle altre a livello europeo. Semi grandi (5-7 mm di lunghezza), cuneiformi, compressi lateralmente di colore dal grigio bruno al grigio cenere con ala lunga. Gli strobili maturano nell'autunno del secondo anno e cadono nella primavera successiva di solito dopo aver già disseminato durante l'inverno.

Parti tossiche della pianta: assenti.

Dimensioni pianta: può raggiungere 25 m di altezza.

Forma della chioma: chioma piramidale in gioventù che diviene irregolare espansa con l'età.

Velocità di crescita: media.

 

CARATTERISTICHE AGRONOMICO-AMBIENTALI

Esigenze pedologiche: Non ha particolari esigenze di tessitura del suolo adattandosi a suoli sabbiosi anche ghiaiosi alluvionali o limoso argilloso anche compatti sia di natura calcarea che silicica.

pH ottimale: 7,0 – 8,5

Esposizione: soleggiata e parzialmente ombreggiata

Resistenza alla siccità: medio-alta

Resistenza ristagno idrico: bassa 

Resistenza salinità: media

Resistenza inquinamento atmosferico: media