Quercus Robur

QUERCUS ROBUR

SPECIE: Quercus robur L.

NOME COMUNE: Farnia

FAMIGLIA: Fagaceae

AREA D’ORIGINE: Europa centro-orientale

 

CARATTERISTICHE BOTANICHE

Apparato radicale: fittonante che tende ad evolvere a maturità ad espanso con radici principali robuste e profonde; radici secondarie e di ordini successivi sottili ed espanse orizzontalmente.

Fusto e ramificazioni: robusto ed unico; ramificazioni principali robuste, che nella parte basale sono portate orizzontalmente mentre, nella parte distale, sono inserite sul fusto con angoli via via sempre più acuti. Corteccia grigia e liscia negli esemplari giovani che si fessura longitudinalmente con solchi regolari e profondi divisi da fessure orizzontali meno profonde che originano placche rettangolari allungate negli esemplari adulti.

Apparato fogliare: caduco. Foglie obovato-oblunghe, più larghe nel terzo distale, con 5-7 lobi ampi, con corto picciolo (2-5mm) presso il quale si formano due caratteristici piccoli lobi ineguali (orecchiette). Le foglie hanno consistenza erbacea e solo a fine stagione diventano un po' più coriacee; sono lucide e di colore verde medio nella pagina superiore, più chiare in quella inferiore per cere epicuticolari caratteristiche del sottogenere Quercus; hanno dimensioni che vanno da 5 a 15 cm di lunghezza e 3-6 cm di larghezza con lunghezze medie più frequenti di 10-12 cm.

Fiore:  fioritura contemporanea alla fogliazione dalla fine di aprile a maggio. Fiori maschili riuniti in amenti pauciflori (10-12 fiori) penduli alla base del ramo dell'anno ognuno con perianzio giallastro; fiori femminili sono localizzati nella parte apicale del rametto all'ascella delle foglie, formati da brevi spighe di 2-5 elementi portati da un peduncolo glabro di 3-5 cm. La fecondazione avviene dopo circa due mesi dall'impollinazione, il peduncolo dei fiori femminili si allunga fino a 5-12 cm.

Frutto: ghiande che maturano nell'anno in settembre-ottobre; cupola che le copre per 1/4 - 1/3, è formata da squame embricate di forma triangolare, più grandi vicino al picciolo; 

di forma allungata e liscia con dimensioni variabili da 2 a 3,5 cm, a maturità di colore marrone con striature longitudinali più scure. 

Parti tossiche della pianta: assenti.

Dimensioni pianta: in ambiente ottimale può raggiungere e superare i 30 m di altezza.

Forma della chioma: ampia, densa, irregolarmente ovata.

Velocità di crescita: medio-lenta.

 

CARATTERISTICHE AGRONOMICO-AMBIENTALI

Esigenze pedologiche: Predilige i terreni profondi, freschi, fertili, a reazione da sub-acida a sub-alcalina con buona disponibilità idrica per tutto l'anno; rifugge suoli troppo compatti. 

pH ottimale: 6,0 – 8,0

Esposizione: soleggiata

Resistenza alla siccità: medio-alta

Resistenza ristagno idrico: media

Resistenza salinità: media

Resistenza inquinamento atmosferico: medio-alta